AFORISMI

– L’indiscutibile gioca a Poker sul tappeto verde della dittatura.
– L’artista puro, il poeta, è un uomo più uomo di tutti.
– Prima o dopo, salire arrampicandosi o scendere battendo il sedere, sempre e comunque con tanto entusiasmo.
– L’arte è una forma di minestra al brodo di verdure che solo i vegani puri di spirito sanno apprezzare.
– Sto sentendo un gran baccano: è l’uomo che implora aiuto.
– Il successo di un uomo è condizionato dal suo sapere.
– La realtà? Meglio viverla nei sogni.
– E’ la falsità che unisce le persone.
– L’artista è colui che rimane povero nella ricchezza, ricco nella povertà.
– Lungo la via apri gli occhi e narra una storia.
– L’umanità è come una nave: a volte affonda. Spesso e volentieri.
– Lenta, lenta come lo sperma in vene di ghiaccio, sale la sete d’avventura e conoscenza.
– Spesso c’è più ordine nel fienile che nella camera per gli ospiti.
– Tutto caducamente si congiunge.
– Talvolta si muore per lasciare più spazio agli altri.
– L’onta è il vivere con l’incommensurabile ossessione del suicidio.

– Ahi, contrasti interiori! Flagellanti e deterioratori.
– Le vostre figlie affrancate dai rossetti; dalle macchine iper-telecomandate liberate i vostri figli.
– I libri s’amano o si maledicono, non si bruciano. Alcuni, però, si fanno saltare in aria.
– Tutti i regimi (anche quello democratico-parlamentare) nascono paradisi e muoiono inferni.
– Non potrò che definirmi un prigioniero politico del “qualunquismo”.
– Lascia la razionalità nel serraglio della passione; lascia la passione nell’acquitrino della razionalità.
– Un mondo da rivoluzionare. Un mondo in cui rivoluzionarsi.
– L’assioma è solo una falsità resa esplicita, palese.
– Se ascolti il Cielo, vedrai canti di angeli e di muse.
– Chiunque osservi il mio corpo, non può che contemplarlo allibito, così dalle molteplici ferite diviso.
– L’Indissolubile è dalla mia parte, dalla vostra solo il vuoto.
– L’Utopia è un sogno dentro un sogno.
– Nella vita si vince o si perde, senza mai scendere a patti col potere.
– Sistema d’occidente, dittatura latente.
– Ieri ho visto una mosca danzare al ritmo di “Volunteers”. E poi dicono che gli animali non possiedono la ragione.

– Registro una cassetta che incisero i miei genitori, in vari momenti, quando ero un guscio di noce. Ero così innocente in quel periodo! Tutti lo siamo. La difficoltà sta nel mantenersi su quella strada: impossibile!
– E’ destino di tutti gli uomini eccellenti il morire asserviti ai più nobili, se di patrizio stile figli, oppure in croce, in manicomio o in esilio, se di ribelle fare risultato.
– Tu non sai quanto passai sotto il noce, quali carezze sul capo fiorito.
– Sapessi piangere e ridere ancora!!!

(LEONARDO MAGNANI)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *